Me

A microfoni aperti

Mi chiamo Catia Demonte e mi viene difficile definirmi… Potrei descrivermi poeticamente dicendo che sono una moltitudine di emozioni e colori che viaggia nel vento attraverso la creatività.
Alcuni anni fa mi sono regalata una laurea in legge, che mi ha accompagnata, passando dalla noia all’insoddisfazione, a scoprire dentro di me il piacere della comunicazione, del giornalismo e della scrittura.
Con una radio sul comodino e un pc sulla scrivania, ho iniziato ad ascoltare i rumori del mondo.
Roma è stata la città in cui ho mosso i miei  primi passi dopo la laurea, mi ha accolta e fatta sentire indipendente, a tal punto da rimettermi in gioco completamente. Sono stati 3 anni per me molto importanti, di formazione per quel che riguarda la radio e il giornalismo, ricchi di esperienze e di incontri significativi.
Ritornata nella mia città natale, Rimini, a distanza di qualche tempo è arrivata l’occasione di far diventare la mia passione per la radio, un vero e proprio lavoro. L’8 marzo del 2018, giorno del mio compleanno, inizia la mia nuova avventura a Radio San Marino, dove tutt’ora sono OnAir.
Come speaker radiofonica ascolto prima di essere ascoltata, respiro i fatti che accadono per filtrarne l’essenza, scelgo le parole, immagino il racconto, lo contestualizzo, accendo il microfono e alla fine improvviso. Per me si è rivelato ed è tutt’ora un buon allenamento per cogliere l’imprevedibile che fa parte della vita.

Wild

La mia anima wild mi fa prediligere gli spazi aperti in mezzo alla natura, amo il mare e i laghi perché sono avvolti da un silenzio che fa rumore e mi sento in compagnia. Adoro viaggiare in treno, posto finestrino: lo scorrere dei paesaggi nutre la mia immaginazione e mi dà un grande entusiasmo, come quando guido la macchina senza meta ascoltando buona musica.
Mi diverte fotografare i colori della natura e creare dei giochi attraverso le immagini in cui chi guarda può liberamente interpretarne le forme e i significati. In testa ad ogni sezione di questo sito troverai alcune di queste mie creazioni.
La scrittura mi accompagna fin da piccola, ho sempre provato piacere nell’esprimermi e comunicare in questa maniera. Da adulta ho avuto la possibilità di scrivere di cronaca e cronaca giudiziaria, di occuparmi temi riguardanti il sociale, senza farmi mancare la musica e l’attualità in tutte le sue sfaccettature.
Ho collaborato con imprese ed imprenditori nella creazione di contenuti che rispecchiassero il loro brand. La curiosità è mia fedele compagna e la creatività è il mio strumento di fiducia. Fare più cose diverse tra loro mi fa sentire libera e mi entusiasmano i nuovi progetti.
Mi piace incontrare persone e fare interviste, per scoprirle nella loro unicità. Mi piace vedere cosa c’è oltre l’apparenza e mi incuriosisce scoprirne sia i punti di forza, che le fragilità, nelle quali trovo sempre qualcosa di prezioso.

La Radio in una Stanza

Questo spazio nasce dall’esigenza di arredare la solitudine, quella che ognuno di noi trova al proprio fianco in determinati momenti e fasi della vita. Come? Seguo sempre l’ispirazione e le cose che amo. La Radio in una Stanza va in onda di notte, all’ora in cui scrivono i poeti e gli speaker radiofonici raccolgono le confidenze più intime degli ascoltatori. Quando la luna dona creatività agli artisti. In questa stanza c’è la possibilità di condividere, di sorridere, di riflettere e di esprimere la propria personalità. In verità siamo tutti speaker, ovvero conduttori di emozioni capaci di influenzare le persone intorno a noi. Siamo ascoltatori e ascoltati. Qui c’è un posto finestrino libero..se vuoi, puoi viaggiare con me…